Il nuovo disco per due chitarre battenti sta prendendo forma, infatti insieme a Marcello De Carolis abbiamo iniziato le registrazioni venerdì 24 gennaio 2020 portando a termine la prima sessione.

Come si chiamerà questo nuovo album

Si chiamerà 20…. venti… questo è il titolo, ecco il significato: Una chitarra battente è dotata di 10 corde, quindi due chitarre battenti … siamo nel 2020, e per ultimo i “venti” sono sempre portatori di culture differenti e novità.

La produzione artistica

Abbiamo deciso di affidare la produzione artistica di questo nuovo disco al noto cantautore Mujura, artista eclettico e produttore raffinato di grande esperienza, già bassista e collaboratore di Eugenio Bennato.

Il produttore

La produzione è affidata a Giuseppe Marasco di ItalySona, precedente fondatore di Calabria Sona che si occuperà della distribuzione, promozione, stampa e di tutti i diritti connessi all’album.

Dove stiamo registrando

Lo studio di registrazione è di proprietà dello stesso Mujura, nella terra delle arance, a Focà di Caulonia (Rc), nella più totale quiete ed infatti non poteva non chiamarsi Arango Sonic Studio.

Che brani stiamo incidendo

Si tratta di un “The Best of”, il meglio dei miei 3 ultimi album, Battente Italiana pubblicato nel 2010, Mastìa 2013 e Solstizio 2017. Il repertorio lo abbiamo scelto accuratamente con Marcello per cui abbiamo ri-arrangiato i brani per due chitarre battenti, un lavoro “di fino” come direbbero i miei amici.

Il dialogo tra le due chitarre

Qualche anno fa, iniziata la nostra collaborazione, abbiamo percepito che “le venti corde delle nostre chitarre battenti” hanno da subito iniziato ad evocare i “venti”, il mare, le dolomiti della lucania e la felicità dell’incontro.

Questo nuovo lavoro discografico rappresenta per noi l’avanguardia della chitarra battente. Le nuove frontiere di dialogo chitarristico partono dal nostro territorio e da qui vi promettiamo che pian piano conquisteremo il mondo 🙂

Rimanete connessi

Lascia un commento
Condividi
Condividi